Mapuche

Il 12 Agosto 2009 Jaime Mendoza Collio, appartenente alla comunità mapuche Requem Pillan, viene ucciso da un colpo esploso dall’arma di un carabiniere cileno durante l’occupazione pacifica del terreno San Sebastian. Questa e’ solo l’ultima vittima d’una escalation di violenza iniziata nel 2001 nella Provincia di Malleco situata nella IX Regione del Cile. La richiesta d’autonomia territoriale e culturale si scontra con gli interessi delle grandi imprese forestali, nonchè dei latifondisti privati. La cosmovisione Mapuche al contrario si basa sull’equilibrio tra l’uomo e la terra. In questa ottica la preservazione delle specie originarie e un modello di sviluppo armonico sono la base per la sopravvivenza stessa della cultura. L’indagine rientra in un progetto d’ampio respiro che vuole analizzare il rapporto dell’uomo con la terra attraverso modelli di sviluppo d’equilibrio e reciprocità.

Il progetto nasce incollaborazione conl’ Associazione per i Popoli Minacciati www.gfvb.it